ARRIVANO I LADRI DI GHISA: RUBATI 18 TOMBINI. DI MATTIA: “UN DANNO ECONOMICO E UN GRANDE RISCHIO PER L’INCOLUMITA’ DEI CITTADINI”

Diciotto tombini in ghisa. E’ questo il bottino che alcuni malviventi hanno incassato rubando catidoie e coperchi dei pozzetti delle linee di acquedotti nel territorio di Montesilvano.

 

“I ladri di ghisa procurano non solo un danno economico importante per le casse comunali – ha commentato il primo cittadino, Attilio Di Mattia – ma espongono ad un rischio enorme tutta la popolazione di Montesilvano, perché agiscono di notte e, sradicando catidoie e chiusini, lasciano delle vere e proprie voragini aperte lungo le strade. E’ un atto criminale pericolosissimo che richiede, dunque, l’impegno di tutti per evitare che si possa replicare. Questa mattina, appena ricevuta la segnalazione da parte del Comando della Polizia Municipale, abbiamo sporto denuncia verso ignoti presso la Stazione dei Carabinieri di Montesilvano. I vigili, inoltre, hanno prontamente segnalato il pericolo ed hanno chiuso alcuni tombini con lastre di ferro. E’ evidente l’urgenza di ripristinare tutte le strade colpite da questi furti. Per rendere l’idea del danno economico perpetuato al Comune, e,dunque, che va a pesare sulle spalle di tutti i montesilvanesi  ho chiesto all’ufficio tecnico quanto costa riposizionare un  nuovo chiusino di ghisa: ecco, ci aggiriamo intorno ai 500 euro per ognuno. Detto questo, ribadisco che la mia principale preoccupazione è legata alla sicurezza dei montesilvanesi, e mi chiedo se questi malviventi si rendano minimamente conto della pericolosità delle loro azioni sicuramente ben superiore rispetto ai guadagni illeciti che si procurano.  Oggi, rivolgo un appello a forze dell’ordine affinché aumentino i controlli su questo fenomeno criminale che deve essere stroncato sul  nascere; estendo l’invito a tutti i cittadini di denunciare ogni movimento sospetto e chiedo un aiuto superiore a tutte quelle società e ditte che si occupano del recupero e del riciclo di questo materiale e di controllarne con attenzione la provenienza. Solo il tempestivo impegno di tutti potrà rendere credibile e forte il messaggio che vogliamo lanciare a questi malviventi ed a coloro i quali danno loro un mercato: Montesilvano sarà intransigente”.

Elenco delle vie dove sono stati rubati i tombini:

Via Lungofiume; via Muzi; Piazza Indro Montanelli, via Salieri, via San Francesco; via San Donato; via San Gottardo; via Bosco; via S. Paolo; via Salieri.