Francesco Maragno formalizza le sue dimissioni

Dimissioni Maragno 01.10.2014-001Sono state protocollate le dimissioni del sindaco di Montesilvano Francesco Maragno. Nella lettera, indirizzata al Presidente del Consiglio Comunale, ai consiglieri e al segretario generale, all’indomani dall'assise conclusasi con l’annuncio, il primo cittadino parla della «pretesa taluni consiglieri di maggioranza, di legittimare una "cabina di regia" esterna alle cariche elettive, alle funzioni ed ai ruoli dell'Amministrazione Comunale, bypassando la volontà degli elettori e sottoponendo gli Organi comunali ad una intollerabile pressione lobbistica» che, prosegue la nota, «andava ed è stata stroncata senza alcun tipo di esitazione, poiché personalmente - per propensione etica, culturale e professionale - non ho mai accettato né potrò mai consentire alcuna forma di prevaricazione o intimidazione».

Maragno dice ancora che se la politica «vuole riappropriarsi del ruolo di garanzia del bene collettivo che le è proprio, deve avere la forza di collocare ai margini i gruppi di pressione, i prestanome e i portatori di interessi personali a tutti i livelli, allontanando chi della poltrona intenda fare un mestiere. E che il mio serio e disinteressato impegno in politica non fosse sinonimo di attaccamento alla poltrona ritengo di averlo dimostrato, semmai ve ne fosse stato bisogno, ieri pomeriggio. Si è trattato di un atto d'amore nei confronti della mia Città».

Il sindaco conclude la lettera con un augurio a tutti i Montesilvanesi «di riuscire finalmente ad esprimere una nuova classe politica capace di realizzare il sogno di avere una città dove il bene Comune sia la priorità assoluta degli Amministratori, tralasciando personalismi e interessi personali».

Leggi qui la lettera di dimissioni