V Premio Educals, tra i premiati Legnini e Morvillo

EducalsSono stati numerosi gli studenti, provenienti dalla scuola primaria Direzione Didattica Statale, dalle scuole secondarie di Primo Grado Troiano Delfico, Ignazio Silone e Villa Verrocchio e dalla Scuola Secondaria di Secondo Grado l’I.I.S. Emilio Alessandrini, che hanno preso parte, stamani, al convegno NATURA: UN DIRITTO DA AMARE – Seminiamo Legalità”, nell'ambito del V Premio Educals, istituito nel 2010 in presenza di Maria Falcone e che il Comune di Montesilvano conferisce alle Istituzioni e alle personalità che si sono maggiormente distinte nell’educazione alla legalità. «Educare alla legalità – ha dichiarato il sindaco Francesco Maragno - significa facilitare la partecipazione responsabile alla vita sociale, sviluppare la concezione del diritto come espressione del patto sociale, valorizzare la nozione di interesse comune.

Per recuperare e per affermare il valore della cultura della legalità, occorre promuovere il concetto di cittadinanza fondato sulla coscienza di due principi essenziali: quello del "diritto" e quello del "dovere", sul rispetto dell'altro, delle regole e delle leggi. Educare alla legalità vuol dire in primo luogo praticarla. Le regole non devono essere presentate come puri comportamenti obbligatori, ma devono essere agite e vissute con consapevolezza e partecipazione».
Dopo le domande che i ragazzi hanno rivolto ai relatori del convegno, per comprendere meglio le tematiche di legalità, sicurezza e ed educazione ecologica, spazio alla premiazione. Il primo a ricevere il Premio Educals è stato Giovanni Legnini, Vice Presidente del CSM, per la rappresentatività del patrimonio ambientale abruzzese testimoniata nell’intero cursus istituzionale e nella propria formazione. Legnini ha sottolineato l'importanza di costruire il futuro sulla sostenibilità, sul rispetto della natura e sul valore del rispetto delle regole. Premio Educals anche ad Alfredo Morvillo, Vice Presidente della Fondazione Giovanni e Francesca Falcone e Procuratore della Repubblica di Termini Imerese, per l’azione profusa nella restituzione ai giovani delle risorse del territorio sottratte alla mafia. Morvillo nel ricevere il riconoscimento dal sindaco Francesco Maragno ha affermato: «Registrare la solidarietà in territori diversi dal nostro e constatare la grande sensibilità nell'omaggiare persone che hanno sacrificato la vita per la collettività è di grande conforto. Per questo è un onore ricevere questo riconoscimento». Premiati anche Ciro Lungo, Comandante regionale del Corpo Forestale dello Stato per la collaborazione istituzionale garantita agli studenti, nel progetto EDUCALS RESERVE-NATURA SICURA; Valerio Santoro per la RAI Radiotelevisione Italiana, per le progettualità di promozione e sviluppo attraverso nuove tecnologie sperimentate nella Regione Abruzzo; il giornalista Francesco La Licata per la comunicazione narrativa e storica del profilo personale di Giovanni Falcone; e l'architetto Gianfranco Conti per la ricerca originale che ha permesso di trasformare le “case di terra” di Casalincontrada da simboli atavici ad habitat di cui promuovere esperienza.
Nato 7 anni fa, da un'idea di Federico Gentilini, il progetto EDUCALS - Educazione Condivisa in Azioni per la Legalità e la Sicurezza - attua metodologie sociometriche per coniugare azioni educative e sviluppo locale, preordinate alla sicurezza urbana ed alla promozione del patrimonio territoriale (ambientale e culturale) della Regione Abruzzo, come concreta risorsa per l’educazione alla legalità dei giovani di Montesilvano, attraverso il lavoro. Per la prima volta in Abruzzo, studenti in corso di regolare frequenza scolastica (almeno sedicenni) hanno svolto attività di lavoro occasionale accessorio retribuito con voucher INPS, sotto la supervisione di un’equipe di esperti e dell’Ufficio Territoriale per la Biodiversità del Corpo Forestale dello Stato, per il controllo partecipato e la sicurezza urbana nella Pineta S. Filomena.