Condoni edilizi in sospeso, prorogato il termine per la definizione delle pratiche

E’ stato prorogato al 31 dicembre 2015 il termine per la definizione delle pratiche di Condono Edilizio relative alle leggi 47/1985 – 724/1994 e 326/2003 e rimaste in sospeso. E’ quanto stabilito dalla legge regionale n.1 dell’8/01/2015 che ha modificato l’Art. 55 della Legge Regionale n. 2 del 10/01/2013.
Per consentire una definizione veloce delle pratiche, i cittadini interessati dovranno trasmettere all’ufficio comunale un’autocertificazione. «Sono circa un migliaio le pratiche giacenti, a causa dei passaggi di proprietà di alcuni immobili - afferma l'assessore all'urbanistica Leo Brocchi-. Molto spesso accade, infatti, che i nuovi proprietari ignorino la presenza di richieste di sanatoria rimaste in sospeso. Invitiamo tutti a sfruttare la proroga e mettersi così in regola, portando a conclusione le pratiche in sospeso».