Concessioni demaniali, incontro con i balneatori

incontro balneatori 1Sono stati molti i balneatori di Montesilvano che hanno preso parte ieri ad un incontro, nella Sala Consiliare del Comune con il sindaco Francesco Maragno, l’assessore ai Lavori Pubblici Valter Cozzi, i consiglieri Carlandrea Falcone e Adriano Tocco e il dirigente del settore urbanistico, Valeriano Mergiotti.

Obiettivo della riunione discutere insieme agli operatori di settore la proposta, presentata all’Amministrazione Comunale, da parte dell’Associazione Balneatori Abruzzese, “Balneatori Custodi del Mare – Abruzzesi solidali” in tema di concessioni demaniali marittima e finalità turistico – ricreative.

Il project financing riguarda il lungomare da Montesilvano sino a Francavilla e consiste in una serie di opere pubbliche che potrebbero essere realizzate dai titolari delle concessioni demaniali.

«Abbiamo ricevuto questa proposta da parte del mondo balneare – ha detto l’assessore Cozzi -. Un’amministrazione sensibile ha il dovere di osservarla con attenzione. Abbiamo ritenuto opportuno però condividerla con tutti gli operatori coinvolti. Proprio per consentire ai proponenti di illustrarla abbiamo convocato questo incontro. La nostra Amministrazione riconosce tutto l’impegno e il lavoro fatto negli anni dai titolari delle concessioni demaniali, ecco perché vogliamo appoggiare gli operatori sulla questione che riguarda la direttiva Bolkestein».

I balneatori hanno illustrato “Vivere il Mare”, progetto di riqualificazione dei 17 km di lungomare dal foro al fiume Saline, sui quali, ad oggi, si trovano 250 stabilimenti e 42 spiagge libere, delle quali il 20% a Montesilvano. «Montesilvano – ha dichiarato Riccardo Padovano, che ha illustrato il progetto – è stata la prima Amministrazione che ha voluto ascoltare la nostra proposta. Prima di presentare l’iniziativa abbiamo studiato casi similari in Italia, individuando dei protocolli di intesa in Veneto e a Rimini, che speriamo possano essere replicati anche a Montesilvano, Pescara e Francavilla».