Via Lazio, Cilli: “Problemi nell'atto di notifica stanno dilatando i tempi di esecuzione dell'ordinanza”

«Abbiamo appreso che alcuni problemi tecnici e burocratici non hanno consentito la naturale emissione delle notifiche relative all'ordinanza per risolvere l'emergenza rifiuti all'interno dell'area privata di via Lazio a Montesilvano. Ciò ha comportato uno slittamento dei tempi dell'esecuzione dell'ordinanza stessa».
Lo afferma l'assessore all'Igiene Urbana Paolo Cilli che specifica: «Poiché i destinatari dell'ordinanza hanno tutti sede a Pescara, il nostro Comune ha trasmesso gli atti all'ufficio notifiche di Pescara. Questioni di varia natura, tuttavia, hanno ostacolato la consegna di tali notifiche. Poiché l'ordinanza ha un tempo di attuazione di 3 giorni, dall'atto di notifica, questo si è dilatato.


Da alcune ricerche è anche emerso che una delle ditte destinatarie dell'atto, in quanto titolare di una porzione dell'area in questione, non ha attualmente una sede identificabile. I nostri uffici – spiega Cilli – stanno provvedendo in questi giorni a ricostruire la storia pregressa, al fine di notificare il documento. Stiamo facendo il massimo per accelerare la tempistica e consentire la rimozione dei rifiuti il prima possibile».
L'ordinanza, resasi necessaria a causa del selvaggio abbandono di rifiuti nel cortile di via Lazio 61, è rivolta all'Amministratore di condominio oltre a tre proprietari, ossia due società e una persona fisica.