Refezione scolastica, presentate le novità per il 2015/2016

conferenza mensa 2015Cibi biologici, a km 0, di altissima qualità. Questi i principali ingredienti dei menù che caratterizzano il servizio di refezione scolastica del Comune di Montesilvano, che prenderà il via il prossimo 5 ottobre.
Ne hanno parlato questa mattina in conferenza stampa l’assessore alla Pubblica Istruzione Maria Rosaria Parlione, Bruno Lo Iacono, responsabile territoriale della Cir Food, la dott.ssa Marina Calabrese nutrizionista del Sian, Servizio igiene alimenti e nutrizione della Asl di Pescara e i membri della Commissione Mensa, istituita lo scorso aprile e che include i genitori delle scuole della città, l’assessore e Camillo D’Ercole della Cir Food.


«I menù – ha spiegato l’assessore – sono stati condivisi con i membri della Commissione Mensa. Anche quest’anno abbiamo privilegiato la qualità e le proprietà organolettiche dei cibi biologici, oltre ai prodotti a km 0. Le novità riguardano la differenziazione delle tariffe, strutturate sul principio di equità sociale e i nuovi metodi di pagamento».
Alle famiglie sono state consegnate delle card, che potranno essere ricaricate presso esercenti convenzionati. Ogni scuola è stata dotata dalla Cir Food di un tablet che quotidianamente consentirà al personale ATA di ogni plesso di comunicare le presenze e le assenze dei singoli bambini. Grazie alla digitalizzazione dei dati, sarà possibile conoscere in tempo reale l’effettivo consumo e pagamento dei pasti. Quando mancheranno 3 pasti per raggiungere l’esaurimento della card, verrà inviato un sms ai genitori per allertarli.
«Abbiamo strutturato un menù – ha specificato la dottoressa Calabrese - su quattro settimane, utilizzando cibi in grado di garantire una crescita staturo-ponderale armonica. Per dare le massime garanzie ai genitori le tabelle dietetiche verranno affisse negli atri di ogni scuola. Ho partecipato alle riunioni con la Commissione Mensa con la quale abbiamo instaurato un rapporto di collaborazione per migliorare la salute e il benessere dei bambini, e che ha condiviso pienamente i menù, apportando lievi modifiche».
«Abbiamo creato un binomio con la città di Montesilvano – ha aggiunto Loiacono - che si è consolidato con il passare degli anni. L’attenzione a questa Regione è massima, ecco perché abbiamo proposto cibi a km 0. Il bambino deve essere guidato verso una vocazione alimentare, abituarsi a cibi sani e nutrienti e il pasto consumato a scuola è il momento più importante per stimolare la loro educazione alimentare. Saremo contenti di organizzare nei prossimi mesi una visita guidata con genitori e bambini per mostrare come lavorano i nostri laboratori».
«Grazie alla Commissione Mensa – ha detto Filippo D’Annunzio, uno dei genitori membri della Commissione - abbiamo potuto partecipare alla scelta dei cibi del bambino. Siamo soddisfatti dell’inizio di questo cammino e speriamo che possa durare».
L’assessore ha infine annunciato: «Dopo circa un mese dall’inizio del servizio insieme alla Commissione Mensa organizzeremo delle visite a sorpresa nelle scuole, per toccare con mano la qualità del servizio».
Alla conferenza ha preso parte anche la comandante della Polizia Locale, Antonella Marsiglia, e l’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo, presieduta dal luogotenente Pietro Conte e che si occuperà della gestione dei bambini in entrata e in uscita da scuola.