Manifesto Stella Maris, Maragno: “Massimo impegno per accelerare l’iter”

STELLA MARIS ALBERO«Leggiamo con favore le dichiarazioni della senatrice Federica Chiavaroli riguardo la Stella Maris e la ringraziamo per il sostegno». E’ quanto afferma il sindaco di Montesilvano Francesco Maragno. «Ci impegneremo al massimo – prosegue il primo cittadino – per accelerare l’iter dei lavori e rendere realtà il nostro ambizioso progetto legato all’Accademia delle Belle Arti di Roma. La destinazione artistica di questo edificio è nel DNA della struttura stessa. L’interesse suscitato in un critico d’arte di rilievo come Achille Bonito Oliva che ha scelto la Stella Maris come una delle sedi per il suo progetto dell’ “Albero della Cuccagna. Nutrimenti dell’Arte” e che verrà di persona a visitare la colonia e a vedere da vicino l’opera d’arte di Felice Levini che abbiamo inaugurato lo scorso 10 ottobre, e la sottoscrizione bipartisan di tantissimi esponenti del mondo politico, imprenditoriale ed artistico del nostro manifesto ne sono la riprova.

Nei giorni scorsi abbiamo mostrato la ex colonia marina di Montesilvano anche alla delegazione tedesca proveniente dal Comune di Lahnstein. Gli ospiti sono rimasti impressionati ed affascinati dalla bellezza e dalla unicità di questa struttura e al tempo stesso, purtroppo, colpiti dallo stato di abbandono di un edificio così importante. La collaborazione tra i nostri Comuni dovrà interessare tutti i livelli, da quello turistico a quello commerciale, da quello formativo a quello culturale. Proprio in quest’ultimo senso – conclude Maragno - cercheremo di individuare quei progetti che ci consentiranno di intercettare con maggiore facilità fondi europei in grado di incentivare iniziative di rilancio culturale. Con il Manifesto “La Stella porterà altre stelle”, abbiamo costruito una grande opportunità non solo per Montesilvano ma per tutta l’area metropolitana. Sono certo che Provincia e Regione, che hanno condiviso e sottoscritto il Manifesto, non si faranno scappare un'occasione concreta come questa, capace di accendere i riflettori artistici e culturali sul territorio e rilanciarlo anche da un punto di vista commerciale e turistico».