Educals, insegne descrittive nella pineta di Santa Filomena

cartellonistica educalsNorme comportamentali e descrizione degli alberi presenti. Queste le informazioni contenute in un totale di 24 cartelli installati all’interno della Riserva Naturale Santa Filomena grazie al progetto Educals, in collaborazione con l'Ufficio territoriale per la biodiversità di Pescara del Corpo Forestale dello Stato.
«Il progetto, ideato e portato avanti con la preziosa collaborazione di Federico Gentilini – dichiara il sindaco Francesco Maragno – ci ha consentito di ottenere un altro interessante risultato. Grazie a questa iniziativa volta all’educazione alla legalità e al rispetto dell’ambiente nel quale viviamo, rivolto soprattutto ai giovani, abbiamo potuto finanziare l’installazione di una cartellonistica all’interno della pineta. Tali insegne rappresenteranno un incentivo al rispetto di questo prezioso polmone verde di cui la nostra città è dotata, ma al tempo stesso consente ai fruitori della pineta di conoscere da vicino le specie che è possibile osservare».


La cartellonistica, acquistata per l’importo di 9.000 euro, grazie ad un finanziamento FAS, consiste in 8 cartelli descrittivi della vegetazione arborea della pineta. Ad essi si affiancano 16 cartelli che forniscono suggerimenti sulle corrette norme di comportamento da tenere all’interno della Riserva. Tali consigli riguardano inviti a non danneggiare le piante, a non utilizzare mezzi a motore all’interno della pineta, a tenere i propri cani al guinzaglio, a non abbandonare rifiuti e mettono in evidenza i pericoli derivanti dall’accensione di fuochi.
«Il progetto Educals - afferma Maragno – grazie alle iniziative formative e alle esperienze di lavoro realizzate con i giovani delle nostre scuole, è un utilissimo strumento per sensibilizzare al rispetto delle regole. L’apposizione di questa cartellonistica va proprio in questa direzione. In otto edizioni sono molti gli studenti coinvolti e i traguardi raggiunti dal progetto Educals, e molti altri li raggiungeremo nelle future edizioni».