Bandiera Verde 2016, De Vincentiis: “Una conferma a dimostrazione del percorso intrapreso”

«Anche quest’anno abbiamo ottenuto la “Bandiera Verde”, grazie alle spiagge ritenute idonee per i bambini. E’ un onore per la nostra città essere stati confermati ancora una volta in questa prestigiosa classifica di località virtuose. Si tratta dell’ulteriore dimostrazione della vocazione turistica di Montesilvano, città ideale per il turismo familiare».


È questo il commento del consigliere Adriano Tocco. Montesilvano infatti ha ottenuto insieme ad altre 134 città italiane la “Bandiera Verde”, assegnata, senza candidatura diretta dei Comuni, da un comitato tecnico - scientifico composto da pediatri italiani che valutano una serie di caratteristiche relative alla conformazione e all’offerta dei servizi sulla spiaggia. Montesilvano, congiuntamente ad altri 7 comuni abruzzesi, è stata insignita del riconoscimento grazie alla sua spiaggia sabbiosa, i bassi fondali che consentono ai bambini di giocare in assoluta sicurezza, attrezzature dedicate ai più piccoli, spazi adeguati ed ampi tra gli ombrelloni, opportunità di svago e divertimento per i genitori, assistenti di spiaggia e la presenza nelle vicinanze di bar, ristoranti e locali capaci di rispondere alle varie esigenze dei bambini non ultima quella di menù appositi, strutturati sulla base di proprietà degli alimenti e gusti dei più piccoli.
«Sarà un onore partecipare alla cerimonia di consegna delle bandiere, fissata per il 16 aprile a San Benedetto del Tronto – dichiara l’assessore al turismo Ernesto De Vincentiis –. Confermarci in questa prestigiosa classifica è il chiaro segnale dell'attento lavoro che stiamo svolgendo per rendere Montesilvano città sempre più attrattiva per un'ampia gamma di turisti. Possiamo contare su un'elevata professionalità che contraddistingue balneatori ed albergatori e tutti gli operatori della città, con i quali stiamo conducendo un percorso di serrata collaborazione. Questi sono solo i primi riconoscimenti ufficiali di un percorso di crescita e sviluppo di tutta la città».