Balneabilità, Vaccaro: “Negli ultimi 6 anni più che buone le acque di Montesilvano”

Le acque di Montesilvano sono in condizioni più che buone. A dirlo sono i dati ufficiali, risultati dai campionamenti eseguiti dall’Arta in tutto il 2015 ed approvati con apposita delibera dalla Giunta Regionale.
L’assessore alle Politiche Ambientali Fabio Vaccaro illustra lo stato di balneazione del mare sul territorio di Montesilvano. Il 10 marzo 2016, la Giunta Regionale ha infatti approvato l’elenco delle acque di balneazione controllate durante la stagione di campionamento 2015. I criteri per la classificazione delle acque di balneazione determinano 4 diversi livelli: eccellente, buona, sufficiente e scarsa. Solo dove viene rilevata una classe di qualità scarsa, vige l’obbligo di disporre il divieto di balneazione, con apposita ordinanza sindacale.


«Montesilvano - spiega Vaccaro – presenta 4 punti di prelievo. Il primo si trova a 100 metri a sud della foce del Fiume Saline, il secondo nella zona antistante via Leopardi, il terzo in quella antistante via Bradano ed infine il quarto nell’area della Foce di Fosso Mazzocco. In tutto il 2015, ben tre punti sui 4 hanno raggiunto la classe di qualità eccellente, e solo nella zona a sud della foce del fiume Saline, il livello è risultato buono. Se ripercorriamo i rilevamenti eseguiti dal 2010, nessuno dei quattro punti di prelievo ha raggiunto mai una classe di qualità minore di sufficiente, ciò significa che le acque del nostro mare negli ultimi 6 anni sono sempre state perfettamente balneabili».
La delibera ricorda inoltre che non sono adibite a balneazione le acque alle foci dei fiumi, dei torrenti e delle aree portuali.
Intanto ieri a Collecorvino l’Amministrazione Comunale di Montesilvano ha preso parte ad una delle riunioni previste nell’ambito del Contratto di Fiume Tavo – Fino - Saline. «L’iter stabilito nella sottoscrizione del Manifesto - prosegue l’assessore - continua ad andare avanti. Ieri abbiamo partecipato ad un nuovo incontro focalizzato sulle attività inerenti le indagini conoscitive delle 3 aste fluviali relative al Contratto. La nostra Amministrazione ha a cuore la salute dei cittadini, ecco perché ha avviato con l’Arta un percorso volto all’incremento dei punti di prelievo lungo il fiume Saline e richiederà la possibilità di farlo anche per quella del mare, al fine di fornire ulteriore sicurezze a montesilvanesi e turisti. Siamo convinti profondamente della vocazione turistica del nostro territorio, ma ancor di più dell’importanza della tutela della salute dei cittadini e dei turisti e porteremo avanti tutte quelle iniziative volte a garantirla».