Via Rimini, De Martinis: “Eseguita operazione di pulizia delle aree esterne”

Via Rimini rimozione 1«Un intervento capillare volto a rimuovere i rifiuti abbandonati incivilmente in un’area sensibile della nostra città». Lo dichiara l’assessore alle Politiche Sociali, Ottavio De Martinis che questa mattina ha presenziato all’attività svolta dall’Ati Formula Ambiente e Sapi, con il supporto degli operatori della Polizia Locale, volta alla pulizia delle aree esterne delle case Ater di via Rimini, invase da materiali di ogni genere, da divani a materassi, da frigoriferi e congelatori fino a televisori.


«Ancora una volta - dichiara l’assessore - siamo dovuti intervenire per ripristinare il decoro danneggiato dalla gravissima inciviltà di taluni cittadini che abbandonano selvaggiamente rifiuti e mobili, incuranti delle regole. Siamo quindi intervenuti per garantire un adeguato decoro urbano, ma anche per il bene di quei montesilvanesi che al contrario sono rispettosi delle regole e non meritano di vivere in tali condizioni. Stiamo valutando di prendere provvedimenti ancor più risolutivi, come ad esempio l’installazione di telecamere di videosorveglianza per stanare tutti coloro che abbandonano rifiuti ingombranti e non solo, così da scoraggiare comportamenti di questo genere che sono dei veri e propri atti vandalici».
Interventi di pulizia hanno riguardato anche via Danubio e l’area antistante le case popolari di Contrada Giardino.
«Purtroppo - aggiunge l’assessore - anche nella zona di Montesilvano Colle, dove i cittadini stanno rispondendo in maniera molto positiva al nuovo sistema di raccolta porta a porta che ieri ha visto la prima giornata senza l’ausilio dei contenitori stradali che sono stati rimossi, si è verificato un fatto increscioso. In alcuni punti della città sono stati abbandonati frigoriferi e congelatori vicino ai cassonetti. Ci appelliamo al senso civico di tutti i cittadini affinché segnalino alle forze di Polizia o alla stessa ditta eventuali abbandoni ai quali dovessero assistere per arginare e frenare tali gesti incivili che rappresentano un grave danno per l’intera collettività».