Montesilvano e Zocca unite da un patto di amicizia

«Un nuovo tassello è stato posto nel puzzle che stiamo costruendo insieme al Comune di Zocca. Un percorso, nel segno della musica e della solidarietà che sta arricchendo le nostre comunità. Con il sindaco di Zocca, Gianfranco Tanari, abbiamo infatti sottoscritto un patto di amicizia, con l’obiettivo di instaurare una proficua collaborazione ed uno scambio interistituzionale che punti alla promozione della musica e alla valorizzazione enogastronomica, culturale e turistica». Lo annuncia il vicesindaco Ottavio De Martinis, che, insieme alla consigliera comunale Valentina Di Felice, ha raggiunto il Comune nella provincia di Modena, per sottoscrivere il patto.

«Era il giugno 2016, - ricorda il vicesindaco - quando con il primo premio Massimo Riva, dedicato al musicista, amico e collaboratore di Vasco Rossi, abbiamo iniziato un progetto musicale, che ha coinvolto oltre i nostri Comuni, il centro l’Assolo e la scuola di Musica “Massimo Riva” di Zocca. Con il progetto abbiamo portato la musica lì dove la musica non c’era, donando strumenti musicali a due case famiglia del nostro territorio, “La Luna” e “Papa Giovanni XXIII Casa Famiglia Mia Gioia” di Collecorvino. Con la firma di questo patto rinsaldiamo la nostra amicizia e diamo nuovo impulso a questo bellissimo progetto reso possibile dal contributo decisivo di Simone Pavone, direttore del Centro L’Assolo, Andrea Zanni presidente della Scuola di Musica di Zocca e dai docenti dei due centri musicali, che hanno messo a disposizione la loro professionalità tenendo laboratori con i ragazzi delle due case famiglia».

style="text-align: justify;" />«E’ stato un onore - spiega la consigliera Valentina Di Felice – prendere parte a questo momento, che ha visto il Comune di Montesilvano e quello di Zocca, stringersi in un percorso nel segno della tradizione culturale e musicale. Siamo certi che questo patto di amicizia sarà lo stimolo per andare avanti nel progetto legato al Premio Massimo Riva, ma di avviare anche nuove iniziative attraverso cui promuovere i nostri territori e le peculiarità che li contraddistinguono».</p>""