Adeguamento sismico, Parlione: “Dal 29 gennaio iniziano i lavori nell’asilo “Lo Scoiattolo” di via Chiarini

«Prenderanno il via il 29 gennaio i lavori di adeguamento sismico dell’asilo nido “Lo Scoiattolo” di via Chiarini».

L’annuncio arriva dall’assessore all’edilizia scolastica Maria Rosaria Parlione. Le opere riguardano un intervento strutturale, la realizzazione di intonaco deumidificante, la demolizione e il rifacimento della pavimentazione, la tinteggiatura interna ed esterna, l’impermeabilizzazione e la coibentazione, il rifacimento della copertura, e gli impianti elettrico e meccanico. L’intervento verrà realizzato grazie al contributo concesso dalla Regione Abruzzo, nell’ambito dei “Fondi FSC Risorse Premiali per obiettivi di prima infanzia – Interventi di messa in sicurezza degli immobili di proprietà sedi di Asili Nido e Micro Nidi pubblici funzionanti”. «Questi lavori - spiega l’assessore - permetteranno di adeguare simicamente il plesso scolastico di Via Chiarini ai sensi della normativa del 2008. Gli interventi che avranno una durata di 120 giorni, consentiranno nel prossimo anno scolastico a tutti i bambini di rientrare in una scuola sicura, accogliente, energeticamente efficientata. Tutto questo contribuirà significativamente al miglioramento della qualità delle attività svolte all’interno dell’asilo, dove i piccolissimi utenti cominciano a relazionarsi con il mondo esterno, al di fuori del contesto familiare. Le opere che riguardano l’asilo di via Chiarini, che ha una capienza di 75 bambini di età compresa tra i 3 e i 36 mesi, arricchiscono ulteriormente l’articolato progetto che stiamo conducendo per rammodernare completamente il patrimonio scolastico della città e offrire ai bambini luoghi confortevoli e soprattutto sicuri. L’adeguamento sismico dell’asilo nido di via Chiarini segue infatti i lavori di miglioramento sismico nella scuola dell’infanzia De Zelis, il completamento della scuola di via Adda, i lavori conclusi nella scuola don Bruno Cicconetti, l’avvio delle procedure per la realizzazione di una nuova scuola in via Sospiri e l’approvazione di un progetto di miglioramento sismico della scuola Fonte d’Olmo dell’Istituto Comprensivo Rodari».