Tre milioni di euro per la messa in sicurezza delle scuole di Montesilvano

Il Miur ha pubblicato sul proprio sito il decreto della programmazione unica nazionale


Il Comune ha ottenuto circa 3 milioni di euro di finanziamenti per la messa in sicurezza delle scuole. Il Miur, ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca scientifica, ha pubblicato, lo scorso 5 novembre, sul proprio sito, il decreto della programmazione unica nazionale in materia di edilizia scolastica nella quale confluiscono i piani regionali.


«La notizia di un ulteriore finanziamento è sicuramente molto positiva», spiega l’assessore alla Pubblica istruzione Maria Rosaria Parlione, «e questo ci consentirà di intervenire con ulteriore vigore sulla sicurezza negli edifici scolastici di nostra competenza. Pochi giorni fa, infatti, abbiamo potuto restituire ai piccoli della scuola d’infanzia la sede di Fonte d’Olmo, con lavori che si sono conclusi come da pronoprogramma. Il progetto di restyling di tutte le scuole della città ci ha visto protagonisti con interventi di miglioramento sismico nella scuola dell’infanzia De Zelis e nella scuola don Bruno Cicconetti e di adeguamento sismico nell’asilo nido Lo Scoiattolo in via Chiarini. La scuola dell’infanzia di via Adda, una delle grandi incompiute di Montesilvano, è interessata attualmente dal completamento del piano superiore, così come sono in corso i lavori di realizzazione di una nuova struttura in via Almirante, una traversa di via Sospiri. Inoltre, l’Inail ci ha assegnato un finanziamento di 600.000 euro per costruire un altro asilo nido che andrà a integrarsi con questa scuola e per aumentare ulteriormente i posti disponibili. Infine, ma non certo per ultimo, ci è stato finanziata, con 90.000 euro, la manutenzione straordinaria sulla primaria e dell’infanzia Marinelli di via Vitello d’oro».
«Fin dall’insediamento della mia giunta», aggiunge il sindaco Francesco Maragno, «l’obiettivo di dare un tetto sicuro ai nostri figli è stato un pensiero fisso. Come amministratore non posso che considerare la tutela di chi va a scuola come compito prioritario. E infatti ci siamo messi al lavoro, fin dal primo giorno. Mi pare che i risultati siano sotto gli occhi di tutti e non pecco in obiettività se dico che sono più che positivi. Avere edifici scolastici vivibili, funzionali e dove poter mandare i bambini e i ragazzi in tranquillità, è uno degli obiettivi più importanti che la mia amministrazione della cosa pubblica ha raggiunto in questi anni».