SINDACO DI MATTIA: SUL CENTRO TRISI LA NOSTRA RISPOSTA AI CITTADINI ARRIVATA IN TEMPI RECORD E A COSTO RIDOTTO.

dimattiaFinalmente ha agibilita’ totale.

 

“In tempi record e con una spesa estremamente ridotta siamo riusciti a fare quello che negli anni passati nessuno ha mai fatto: abbiamo ottenuto l’agibilità totale del complesso sportivo Trisi. Oggi abbiamo, cioè, restituito alla disponibilità delle associazioni, dei cittadini, degli sportivi,  una struttura a norma, senza approssimazioni o lacune, ma con un lavoro intenso e preciso. Perché, come ho più volte ribadito in occasione della necessaria decisione di sospendere l’apertura del Centro sportivo, la sicurezza dei cittadini è una priorità, così come lo è fare le cose per bene, in regola. Priorità che in questi 5 anni di amministrazione devono poter essere considerate un fatto di normalità”. Lo dichiara il sindaco Attilio Di Mattia nell’annunciare la totale riapertura del centro Trisi, la struttura di via San Gottardo chiusa a Febbraio, i cui campi da tennis all’aperto erano tornati godibili già da Pasqua e che oggi riapre sia i campi interi che tutte le strutture ricettive. “Dopo aver ottenuto l’agibilità parziale che ci ha permesso di riaprire i campi all’aperto – continua Di Mattia -  nella giornata di ieri ho ricevuto il certificato di quella totale che ho subito trasmesso al Considan. Per l’ottenimento di questo certificato gli uffici, che ringrazio per l’inteso lavoro, hanno dovuto reperire e produrre una serie di incartamenti: ricerca di tutta la documentazione tecnica ed autorizzativa pregressa; rilievo dello stato di fatto; verifica ed adeguamento degli impianti elettrici; verifica degli impianti idrici e di riscaldamento; attività tecnica per denuncia alla agenzia del territorio degli edifici e strutture esistenti (Accatastamento); richiesta ai Vigili del fuoco dell’attestazione rilasciata; incontro con Asl per adeguamenti igienico sanitari con autocertificazione eseguita; nulla osta forestale; permesso a costruire; certificazione idoneità impianti elettrici; idoneità statica, fino ad arrivare alla agibilità totale. Tutti questi interventi ci sarebbero costati circa 30 mila euro, mentre li abbiamo pagati più o meno 15.000 grazie alla generosità di alcuni professionisti che si sono prodigati per il centro Trisi a titolo quasi gratuito”
“Quello che mi preme – conclude il sindaco Di Mattia -  è di dare alla città ed in particolare ai tantissimi giovani sportivi una struttura a norma e di lasciarla in eredità a chi verrà dopo di me. Circostanza che non si è verificata per noi, che abbiamo speso l’ultimo mese a ricercare e produrre documentazioni varie a ritmo serrato. I montesilvanesi e le associazioni volevano una risposta e noi gliela abbiamo data, lavorando intensamente e volendo fortemente la riapertura della struttura nel sua piena regolarità ed in condizioni di sicurezza”.