Raccolta differenziata: risultati positivi

Raccolta differenziata, Vice Sindaco Paolo Cilli: “in un anno dati aumentati di sei punti”

I dati della raccolta differenziata premiano la strategia adottata finora dall’amministrazione comunale di Montesilvano, che ha iniziato il 2020 registrando un ottimo andamento per il porta a porta.

“Il dato ci riempie di orgoglio – spiega Paolo Cilli, vice sindaco e assessore all’Igiene urbana e all’Ambiente – e testimonia l’eccellenza dei servizi erogati e la risposta dei cittadini. La raccolta differenziata nel 2019 si è chiusa al 34,73% con una media annuale del 33.04%. Il dato rispetto a quello di gennaio 2019 è cresciuto di sei punti. Per le zone dove si effettua il porta a porta, avendo la pesa nel centro raccolta di via Nilo, abbiamo quantificato una performance che attesta un notevole miglioramento. Nel 2019 al Colle, in particolare nel centro storico, in via De Gasperi e nelle varie contrade compreso quelle confinanti con gli altri comuni, abbiamo notato un dato superiore al 71%, elemento al di sopra del 65%, parametro stabilito dalla legge. I cittadini hanno sicuramente trovato difficoltà in un primo periodo ma in seguito, grazie anche a una buona campagna di sensibilizzazione, hanno capito come comportarsi e oggi possiamo dire che la maggior parte si attiene in maniera corretta alla differenziata e i parametri attestano abbondantemente una modalità di raccolta che sta portando i suoi frutti. Nella zona della Vestina abbiamo registrato il 73%, nel PP1 il 75% e a Santa Filomena il 64,38. Il trend di media delle percentuali restituisce quindi un dato superiore alla previsione normativa anche in questi quartieri. Molto contribuiscono anche le sei isole ecologiche dislocate in numerose zone di Montesilvano, dove gli utenti, e presumiamo anche quelli di altri comuni limitrofi, gettano puntualmente rifiuti. Controlleremo i conferimenti svolti nelle isole, anche per contrastare il fenomeno della migrazione dei rifiuti nei comuni confinanti. Non a caso con la polizia locale sul territorio abbiamo installato numerose telecamere rilevando contravvenzioni a chi proviene da fuori città. Ogni isola registra 350 conferimenti significa che un massimo di 1800 persone in tutte le isole ogni mese si reca nei centri di raccolta. Ricordo gli orari invernali il martedì e il giovedi dalle 15 alle 18 e gli altri giorni fino al sabato 9,30 12,30. Nel mese di gennaio abbiamo registrato 44 tonnelate di rifuti conferiti nelle isole, raccolti sorattutto quelli ingombranti. Alla luce di questi nuovi risultati stiamo studiando l’inserimento del porta a porta anche in altre zone, soprattutto in quelle confinanti con le altre città. Nei prossimi giorni in commissione consiliare dovrà essere approvato il regolamento del centro del riuso comunale in via Nilo per un ulteriore servizio offerto ai residenti. Infatti si potrà conferire un proprio bene, che ha ancora una vita residua, a una determinata categoria di cittadini che in caso di necessità potranno riutilizzarlo. Il Comune attribuirà un punteggio ai beni conferiti e determinerà un massimo di punti a ogni cittadino”.