FIDANZA: ALTRI 3 MILIONI E 600 MILA EURO ED ALLENTAMENTO DEL PATTO DI STABILITA’ PER PAGARE I DEBITI ALLE IMPRESE

Da una parte circa 3 milioni e seicentomila euro dalla cassa Depositi e Prestiti e dall’altra una deroga al Patto di Stabilità di circa 4 milioni e 700 mila euro. Sono questi i numeri con cui il Comune di Montesilvano può ridare fiato alle imprese che vantano con esso dei crediti al 31 dicembre 2012 e che vivono una situazione di grande difficoltà dovuta alla crisi economica nazionale.

Risultati ottenuti dall’assessorato al Bilancio e Finanze, guidato da Enzo Fidanza, e dal dirigente di settore, Dott Carlo Pagliaroli, in seguito alle richieste inviate, secondo i tempi e termini di legge, rispettivamente alla cassa depositi e prestiti ed al Ministero dell’Economia e delle Finanze. “Le imprese – ha commentato Fidanza - sono strozzate dalla crisi economica, ne siamo consapevoli. Noi ci siamo messi subito al lavoro per affrontare questa straordinaria situazione che si è venuta a creare per il mancato pagamento dei lavori da parte del Comune a causa del Patto di Stabilità che per legge siamo tenuti a rispettare. Non ci siamo sottratti, per questo, alle nostre responsabilità di amministratori e abbiamo da subito affrontato il problema. Come primo atto, da gennaio ad aprile, abbiamo pagato debiti contratti con le imprese che hanno realizzato opere pubbliche fino a dicembre 2012(titolo secondo) per quasi quattro milioni di euro. Non potendo fare di più con fondi comunali, ci siamo rivolti alla Cassa Depositi e Prestiti, ottenendo un anticipo di altri 3 milioni e seicentomila euro circa. A giugno arriverà la prima tranche di un milione e ottocentomila euro che dovrà essere spesa in 45 giorni. La seconda tranche di uguale importo arriverà alle casse comunali nel 2014, mi auguro a gennaio. Ma non è tutto, perché pochi giorni fa è stato firmato il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze che individua per il Comune di Montesilvano , a seguito della nostra richiesta, uno spazio finanziario di 4 milioni e settecentomila euro da escludere dal Patto di Stabilità 2013, finalizzato in parte (2.239.000 euro) per pagamenti non estinti e per il restante (2.463.000) per pagamenti già effettuati. Inoltre gli uffici sono già al lavoro per inviare entro il 24 maggio la richiesta in Regione per ottenere uno spazio da parte della Regione Abruzzo per il Patto di Stabilità verticale incentivato, così come fatto per il 2012, quando abbiamo chiesto ed ottenuto uno spazio finanziario di 1 milione e settecento mila euro. La giunta di Mattia è consapevole delle grandi difficoltà delle imprese del territorio e per questo continuerà a lavorare ininterrottamente per portare risultati concreti per le imprese, dietro le quali ci sono intere famiglie che aspettano e che hanno diritto di esigere il massimo impegno delle istituzioni”.