DI MATTIA: LE MOTIVAZIONI DELLA SENTENZA SU RICORSO RIECO CONFERMANO LA LEGITTIMITA’ DELLA NOSTRA SCELTA

attilio dimattia “La nostra scelta è stata legittima e, con una assunzione di responsabilità storica per questo Comune, abbiamo risparmiato circa 10 milioni di euro in cinque anni e sventato il rischio di un insostenibile aumento della Tarsu a carico dei cittadini. Non lo dico solo io, lo leggo nelle motivazioni della sentenza del Tar”. E’ il primo commento del sindaco Attilio Di Mattia alle motivazioni della sentenza del Tar sul ricorso della Rieco, aggiudicatrice della vecchia gara da oltre 31 milioni di euro, revocata su indirizzo della Giunta Di Mattia a pochi mesi dall’insediamento in Comune.

“Le motivazioni della sentenza – continua il sindaco - confermano quanto avevamo dedotto dal dispositivo: respinta la domanda, avanzata dalla Rieco, di annullamento della revoca della gara indetta ed aggiudicata con il governo della vecchia amministrazione per la gestione del servizio di igiene urbana e respinta la richiesta di annullamento degli atti della nuova gara per l’affidamento della nuova gestione del servizio che, in tempi record, abbiamo indetto ed affidato per circa 20 milioni di euro sempre in 5 anni.  Dopo aver riconosciuto la legittimità della revoca della gara per sopravvenuti motivi di interesse pubblico di natura economica e normativa, nella sentenza si legge testualmente: In ogni caso, a posteriori, va evidenziato che la nuova gara ha in effetti comportato un risparmio di circa 2 milioni di euro all’anno per lo svolgimento del servizio di igiene urbana. Si conferma la bontà amministrativa della nostra scelta, in questo momento di grave difficoltà economica, in cui, se solo avessimo firmato il contratto ereditato dalla vecchia amministrazione, avremmo dovuto da subito chiedere ai montesilvanesi di pagare il doppio della Tarsu. Ma noi non abbiamo voluto farlo e così abbiamo deciso di intraprendere un’altra strada. Una strada che oggi questa sentenza conferma essere stata la migliore per l’interesse di tutti i montesilvanesi”.

“I parametri su cui si potrà quantificare la misura dell’indennizzo alla Rieco – aggiunge - sono all’esame dei legali e dei tecnici così come è allo studio la possibilità, eventualmente vengano verificate le condizioni, di procedere una contestazione su una quantificazione non congrua alle motivazioni della sentenza”.

“Sono contento di questa sentenza – conclude il sindaco Di Mattia  - e sono contento di aver evitato un salasso insostenibile ai danni dei montesilvanesi e dell’ente, con una scelta coraggiosa e necessaria allo stesso tempo”.